Cell. 340 5495788
Tel 081 5497218

rossanogennaro@hotmail.com


 
     
 

Napoletano,
dal 1965 ha partecipato a numerose collettive locali e nazionali riscuotendo numerosi consensi da parte della critica. Le sue opere figurano in numerose collezioni italiane ed estere.

Rossano predilige un racconto sulla vita dei piccoli uomini delle borgate al tramonto della loro esistenza, che volgendo le spalle al mondo, portano seco i segreti, i crucci e le inquietudini del nostro tempo.

Stempera il colore con istintiva sincerità e lo fa vibrare d'una particolare luminosità, d'una intensità cromatica, quasi sempre controllata da un giusto sentire, da una sottile vena di malinconia.

 

Dal guazzismo ottocentesco, in particolare da quello che fu prolifico a Napoli dal 1844 al 1852, prendono l'avvio le gouaches di GENNARO ROSSANO: pittore della penultima generazione, con presenza non stolta nel verismo locale contemporaneo.

Rossano - pur avvalendosi di una tecnica remota - nella maggior parte dei casi: vedute e panorami, non "canonici", dei dintorni di Napoli e delle isole del Golfo sono dettate da un'esigenza interiore, da un modo intelligente di interpretare il paesaggio locale.

GENNARO ROSSANO predilige il giallo ( che è dolcemente stimolante ed offre serenità all'osservatore), l'azzurro (che non assale; che attrae a se: nel caso specifico), il rosso ( che qui dona un'impressione di dignità e di gravità, ma anche di grazsia), le terre (ottenute alla maniera antica, con "segreti" collanti): insomma, i colori della "grande opera" napoletana.

 

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player